• Data: 7 aprile 2021


Modalità: riunione


Supporti: testo e dati questionario molestie


Presenti in sede: Raffaella, Vanessa, Laura, Milena, Martina


Presenti online: Sara e Paolo


Diario dell’incontro: SCHEDE MOLESTE, PRESENTAZIONE GRUPPO P.O.


Nell’incontro odierno il tema fissato della discussione verteva sul format e sulla formulazione del questionario per riscontrare eventuale molestie di cui i volontari volessero parlare, in maniera anonima o non, al gruppo P.O.

A proposito di questa iniziativa è stata proposta su gruppo whatsapp un possibile modello.

La proposta emersa era di porre in sala formazione una cassetta in cui ognuno poteva porre la propria scheda compilata; quest’ultima verrebbe poi controllata con una frequenza fissa ( una volta al mese?) e poi verrebbero pubblicate le risposte alle questioni/esperienze raccontate in tali schede, in modo tale che il volontario potesse leggerle.

Un altro punto importante è stato quello di far conoscere il lavoro ed i temi del gruppo PO al resto dell’associazione, come momento utile a tal fine si è proposto la prossima riunione volontari (data 25/5/2021). In questo contesto lo scopo dell’intervento del gruppo PO sarà quello di presentare un’analisi dei dati con l’intenzione di poter far riflettere sulle tematiche che essi presentavano.


In tal senso si è proposta l’idea di fare delle slide (10 circa) da presentare ai partecipanti della riunione, con una o entrambe delle seguenti strategie:


⁃ In sede o presentando lo schermo, cosi che tutti le vedano
⁃ Da inviare sul gruppo così che tutti le abbiano a disposizione


Infine ci sarà un momento in cui ognuno sarà libero di esporre argomenti che secondo lui questo gruppo potrebbe poter sviluppare.


È emersa anche l’idea di proporre le quote nell’ambito del Comitato Disciplinare, dopo aver attentamente vagliato la composizione, in termini di genere, degli scorsi comitati.


Inoltre è stata fatta presente anche la possibilità del raddoppio dei rappresentati dei volontari, individuando sia una figura maschile che una femminile, cosi che le esigenze di entrambi i generi possano essere più correttamente prese a carico, senza una possibile svalutazione legata al genere del rappresentante.

Ridefiniremo queste proposte nella prossima riunione.


Prossima riunione 21/04

 

 


  • Data: 30 marzo

Modalità: riunione

Supporti: testo e dati questionario molestie

Presenti in sede: Raffaella, Vanessa, Laura, Paolo

Presenti online: Sara

Diario dell’incontro: MOLESTIE, INPUT, ANALISI DATI, OUTPUT

 

Nella riunione di questa sera era previsto di dover parlare della discriminazione di genere e come riconoscerla a seguito della partecipazione al Webinar di Avis di 24/03 – rimandiamo alla prossima riunione.

Ci focalizziamo sull’analisi dei dati raccolti durante il questionario, Vanessa ha preparato resoconto circa i risultati, durante la riunione si controllano le analisi, e si fanno osservazioni in merito, viene stilato il risultato definitivo.

Si evincono delle risposte che esulano dalla nostra aera di competenza che vengono inoltrate a responsabile volontari e delegato volontari; definiamo che in futuro qualora ricevessimo risposte che non fanno parte delle nostre attività saranno inoltrate alle persone più indicate (cda o delegati o gruppi).

Si definisce che deve essere evidenziato un modulo anonimo o non per far sì che le/i vds possano esporre le molestie che ricevono, o a cui assistono, in sede oppure durante servizio. – definire modalità – pending per prossima riunione.

Non definiamo data di pubblicazione ai volontari dell’analisi del questionario (durante la prossima riunione volontari? Data da definirsi) – pending per prossima riunione.

Entro 2 giorni dalla riunione, viene messo sul gruppo whatsApp rendicontazione della riunione stessa

 

Prossima riunione mercoledì 07.04.2021


Il gruppo P.O. si riunisce ogni 15 giorni per analizzare e trattare argomenti differenti nell' ambito delle pari opportunità. Nasce così l'idea di creare un diario da condividere per tracciare gli incontri, sottolineare gli spunti più interessanti e definire i passaggi successivi.

  • Data: 10 marzo 2021                    

Modalità: pizza e riunione

Supporti: stampa dei testi, post it, giornale                                                        

Presenti in sede: Raffaella, Milena, Vanessa, Martina, Luca, Laura

Presenti online: Paolo

Diario dell’incontro: STEREOTIPIpost

 

Partiamo analizzando la definizione di stereotipi a partire dal testo che Sara ha scritto per i post ( stampati)

Uno stereotipo è una qualsiasi opinione precostituita, semplificata o generalizzata, non acquisita dall’esperienza, che va a definire svariati gruppi sociali in base ad una caratteristica che questi hanno in comune. Può accadere che gli stereotipi siano talmente radicati nella mentalità comune da divenire parte integrante della cultura e la base d’appoggio per la discriminazione, il bullismo e la violenza.

Dagli stereotipi nascono i pregiudizi sul diverso à sesso, provenienza, gestione del lutto, colore pelle, orientamento sessuale. E molto spesso pensiamo di conoscere anche le culture diverse attraverso la lente degli stereotipi

Alcuni esempi che ci siamo sentiti rivolgere o che ci hanno colpito nel tempo:

_chissà a chi l’hai data per essere dove sei (sminuire capacità, dare per scontato che una donna debba ricevere favori da un uomo per poter ambire a dei lavori qualificati)

_piercing +  tatuaggi= drogat*

_l’uomo che si depila è effeminato

_mangi bevi come un uomo (senso dispregiativo)

_frequenti locali gay, allora sei lesbica /gay

_sei stupid* perché sei biond*

_sei una donna con le palle

_ i giovani d’oggi non vogliono fare niente

_un uomo non deve piangere, altrimenti è una femminuccia

 

Abbiamo ragionato su come gli stereotipi diventino dei modi di dire, che entrano normalmente nel nostro uso quotidiano, per questo sono pericolosi, ed è difficile usare un linguaggio totalmente esente da stereotipi.